Chi Sono

cartomanzia tarocchiSalve, sono Roxelle.

Ho conseguito la laurea in Psicologia clinica della salute e comunità presso
l’università degli studi di Roma La sapienza. Inoltre ho conseguito l’attestato di councelor presso la scuola
ASPIC di Roma, come agevolatore nella relazione d’aiuto, nei conflitti relazionali e nella mediazione
familiare. Ho coltivato ed approfondito nel corso degli anni la passione per la lettura ed interpretazione dei
Tarocchi e delle Sibille, con particolare attenzione alla loro simbologia ed ai risvolti introspettivi e
psicologici.

Sono laureata in psicologia e da diverso tempo mi sono appassionata allo studio, alla
storia ed alla lettura ed interpretazione delle simbologie legate ai Tarocchi.

La cartomanzia è una mantica, ovvero un’arte divinatoria che risponde ad una delle esigenze umane
primitive: dissipare l’incertezza del futuro e conoscere l’ignoto.

Ma se il destino fosse già scritto ineluttabilmente nella nostra esistenza, allora quale significato avrebbe
leggerlo o interpretarlo? Nell’antica Grecia il Fato era rappresentato come una forza soprannaturale alla

tarocchi a romaquale nessuno poteva opporsi, e talmente invincibile che persino gli dei dovevano sottostare ad esso. Nel
linguaggio moderno il termine Fato è stato sostituito da quello di destino, forse più inerente alle
caratteristiche umane. Esso può essere cambiato e l’unico artefice di tutto questo è  l’uomo stesso, con la
sua capacità razionale e con la sua autodeterminazione.

In questo senso, io ritengo che la cartomanzia possa rappresentare uno strumento di conoscenza, di
approfondimento, e che il suo significato non sia soltanto quello di fornire un responso, ma soprattutto
quello di offrire un supporto per il superamento degli ostacoli, delle difficoltà, e di tanti impedimenti
che la vita ci pone davanti.

Il cartomante non potrà mai sostituirsi ad un medico o ad uno psicologo. Il suo compito è quello di
saper ascoltare, di entrare in empatia con il consultante attraverso la sua sensibilità, e le sue capacità
comunicative, esaminando con attenzione la storia personale ed il passato di chi a lui si rivolge .
“Studia il passato, se vuoi prevedere il futuro” (Confucio)