ARCANO V- IL PAPA

Il Papa, rappresenta l’immensità spirituale che domina il mondo., la saggezza autorevole, la maturità.

Non simboleggia il potere terrestre dell’Imperatore, ma quello spirituale.

Il Papa, è colui che nel corso del tempo, ha raggiunto tutti i suoi obiettivi e guarda le situazioni dall’alto, con consapevolezza e serenità.

Egli è rappresentato seduto, e dietro di lui vi sono due colonne, sintesi di azione e sentimento, che trovano un equilibrio perfetto, attraverso la spiritualità.

Sul suo capo ha una tiara molto simile a quella della Papessa.

Il mantello rosso bordato d’oro, indica che egli è in grado di esercitare un’azione potente, ma attraverso l’intelletto.

Nella mano sinistra, ricoperta da un guanto giallo con un sigillo, tiene in mano una croce a tre braccia, che uniscono il mondo fisico a quello spirituale e mentale.

Ai piedi del Papa, due personaggi incarnano forze opposte, che possono dirigersi verso il bene o il male. La Figura di destra ha la mano rivolta verso il basso e sta a significare l’intelligenza che passa alla sua realizzazione, mentre quella di sinistra indica l’elevazione verso il piano mistico.

SIGNIFICATI DELLA CARTA DIRITTA

L’Arcano segnala l’indulgenza, la protezione, la comprensione.

Il Papa dei Tarocchi è il mediatore per eccellenza, colui che si eleva al sopra delle parti, e rappresenta l’autorità non dominante, ma benevola.

E’ maestro di discernimento e su di lui si può fare affidamento per risolvere ogni conflitto. I suoi giudizi sono imparziali, i suoi consigli preziosi.

Con la sua mediazione, ogni controversia si risolve, come se intervenisse una forza misteriosa e benefica.

Da un punto di vista affettivo, il legame non è tanto fisico, quanto intellettuale e spirituale.

Sul piano pratico, gli obiettivi, i desideri vengono realizzati, anche con l’aiuto di una persona ricca di esperienza, capace di dare buoni consigli.

SIGNIFICATI DELLA CARTA ROVESCIATA

La mancanza di fede e di saggezza, porta spesso all’illegalità, alla confusione, all’ingiustizia. Ci sono piccole vendette, intrighi, meschinità.

Il disimpegno, e l’incapacità di adattarsi alle situazioni, genera instabilità, gravi incomprensioni, che spesso logorano i rapporti.

Si manifesta la tendenza ad assumere atteggiamenti falsi e spregiudicati e l’assenza di equilibrio, porta spesso alla generosità eccessiva, e a dissipare.

Di frequente, c’è la tendenza ad essere più teorici che pratici e a privilegiare il proprio tornaconto, rispetto alle esigenze degli altri.